Da giovane sognavo di diventare direttore d’orchestra.

Quando lo dissi a mio padre, mi rispose che anche lui da piccolo voleva diventare Papa e che per guadagnarmi da vivere dovevo lasciar perdere i sogni e prepararmi per andare a lavorare nell’azienda che aveva creato con mia madre.

Per assecondare la sua visione, ho iniziato a studiare lingue straniere, avvicinandomi nel contempo alla musica come passatempo.

Le lingue mi hanno permesso di esplorare la letteratura (russa in particolare), che a sua volta mi ha portato ad avvicinarmi alla spiritualità (nella figura di Gurdjeff).

Altre esperienze di vita mi hanno condotto a esplorare la semiotica e la comunicazione e a vivere per brevi periodi all’estero (in Estonia e in Russia).

Nel 2010, finiti gli studi universitari, sono entrato nell’azienda di famiglia.

Oltre a coltivare in privato la passione per la musica classica, ho iniziato a fare teatro.

Dal teatro sono riapprodato alla spiritualità, questa volta da una prospettiva corporea e poetica.

Ho esplorato il Reiki, il Tantra e le Danze africane, avvicinandomi alla cultura sciamanica e animista grazie allo sciamano togolese Calixte Hountondji.

Parallelamente, con Marina Giazzi, mi sono avvicinato a pratiche esoteriche come l’alchimia, la spagiria e l’astrologia, i tarocchi. e le costellazioni famigliari.

Nel 2016 mi sono iscritto e ho frequentato il Master in Culture Simboliche per le professioni della cura, della formazione e dell’arte, organizzato dal dipartimento di Formazione dell’Università di Milano Bicocca.

Grazie a questa esperienza, ho appreso il metodo sviluppato dalla Pedagogia Immaginale e ho scoperto la Psicologia Archetipica di James Hillman.

Nel 2019 il mio interesse per l’Astrologia Archetipica mi ha portato a conoscere Laurence Hillman (figlio di James), e il metodo da questi messo a punto con Richard Olivier, fondatore di Mythodrama (società di consulenza che unisce tecniche teatrali e di coaching).

Nel 2020 ho frequentato il training e sono diventato membro della Guild of Practicants del metodo Archetipi al lavoro TM.

Sempre nel 2020 mi sono iscritto alla Imaginal Academy di Selene Calloni Williams, che unisce pratiche di guarigione sciamanica e psicologia archetipica e immaginale.

Il mio obiettivo è diventare Life Coach Immaginale e mettere le mie capacità ed esperienze formative al servizio di aziende e famiglie.

Nel mio percorso il simbolo mi ha aiutato a unire ciò che era separato, a cominciare dal mio sogno di diventare direttore d’orchestra e le condizioni famigliari che rendevano difficile diventarlo.

Il simbolo mi ha aiutato a unire anche ciò che la nostra cultura separa: i saperi e le discipline, l’arte e i mestieri (nel rinascimento erano sinonimi), la leadership e il teatro, il management e la spiritualità, il lavoro e la famiglia, la scienza e la religione.

Nel mondo di oggi c’è soprattuto bisogno di unire la materia e lo spirito, perché la scelta di ritirarsi in un eremo non sia l’unica alternativa alla vita mondana.

Il consumismo e il materialismo sono diventati i nuovi paradigmi sociali, gli spiriti dominanti della nostra epoca storica: la materia è diventata oggetto di culto (i più credono solo in ciò che si vede ed è tangibile) e di consumo (per ristabilire un contatto con il mondo).

L’anima, nelle discipline esoteriche, è l’intermediario tra il corpo e lo spirito, e come il simbolo ha una parte visibile, che si manifesta come immagine e una invisibile, sacra, divina.

Anche l’arte, allora, acquisisce un senso, quando non è più presa alla lettera ma come simbolo di creatività, verità e passione.

Simbolicamente, allora, posso dire di essere diventato direttore della mia orchestra.

L’orchestra è diventata un simbolo di ogni organizzazione, società, famiglia, gruppo di lavoro, e persino della grande comunità che è la nostra anima, popolata da voci invisibili che si riflettono nel mondo esterno.

Tali voci sono i nostri dei, le dee, gli archetipi della nostra vita, e come gli strumenti di un’orchestra chiedono di essere ascoltate, sentite e tenute in considerazione quando ci parlano e ci consigliano  (da qui l’espressione “ben temperate”).

Ma soprattutto, sono fiero di aver esaudito anche il sogno di mio padre divenendo pontifex, Pontefice, nel significato di “qualcuno che crea ponti”: tra il divino e il corporeo e tra tradizioni immaginali diverse.

Esperienze formative e professionali

Autunno 2020-ora

Life Coaching immaginale presso la Imaginal Academy di Selene Calloni Williams

Primavera 2020

Training con Laurence Hillman, Richard Olivier sul metodo Archetypes at work (TM); membro della Guild of Practicants

2010-2020

Socio amministratore presso la Gemme Italian Producers a Brescia (azienda di famiglia)

2016-2018

Master in Culture Simboliche per le professioni dell'Arte, della Formazione e della Cura presso l'Università di Milano Bicocca

2016-ora

Percorso spirituale nella cultura animista con lo sciamano africano Calixte Hountondji

2012-2016

Astrodiagnosi spagirica, meditazioni alchemiche, Reiki e altre tecniche di guarigione spirituale con Marina Giazzi

2015

Seminari di avvicinamento alla lettura dei tarocchi (Alejandro Jodorowsky), lettura dell'Albero Genealogico (Antonio Bertoli) e al Tantra (Zadra-Maithuna)

2011-2016

Corsi annuali e seminari di teatro amatoriale di gruppo con rappresentazioni finali

2009-2010

Master in Marketing e Comunicazione presso l'Università Bocconi di Milano con stage conclusivo presso l'Agenzia PROMOS di Mosca (Russia)

2004-2008

Laurea in lingue e letterature straniere presso l'Università degli Studi di Bergamo e l'Università di Tartu (Estonia), con tesi finale sui contributi della Scuola Semiotica di Tartu-Mosca

1998-2006

Studi musicali: pianoforte, canto e composizione. Diploma di teoria e solfeggio e frequenza di un anno al Conservatorio di Brescia