Una delle attività che vede occupati i direttori d’orchestra è l’insegnamento e la trasmissione della propria cultura ai propri allievi e orchestrali.

Nei casi più illuminati questa attività include un vero e proprio mentoring con cui il direttore indirizza l’allievo sulla strada verso la scoperta della sua natura e vocazione profonda. 

La musica sei tu

Anche con i propri colleghi orchestrali il direttore stimola a trovare la propria musica e voce non ostacolandola:

non fare niente lascia che accada,

ascoltatevi a vicenda

fino a caso lampante in memorial 

Giovani, studenti in cerca della loro vocazione, dipendenti e professionisti alienati, stanchi, demotivati, disillusi, dissociati dall’ambiente lavorativo attuale e incapaci di trovare la propria strada in quanto sommersi dal main stream devono soprattutto acquisire doti yang, il fuoco creativo, senza tuttavia snaturare la loro sensibilità, per trovare le proprie forze represse e incanalarle in un obiettivo in linea con la loro natura profonda.

La visione immaginale include strumenti alchemici o di matrimonio mistico – che uniscono yin-yang in maniera dinamica, e life Coaching immaginale, sciamanesimo e psicologia del profondo – in grado di accendere e gestire il fuoco creativo.

Questi strumenti possono essere utili anche a direttori illuminati che vogliano creare la propria squadra facendo leva sulla vocazione profonda di ogni collaboratore, a cominciare da quelli più giovani.

Strumenti yin per il riequilibrio psichico

Trovare il proprio ideale, in armonia con il sacro, con la natura e con l’anima e con la propria ispirazione creativa, sgomberando il campo dai condizionamenti e blocchi culturali e famigliari

1. Trovare il proprio ikigai personale (missione profonda dell’anima) armonizzandola con natura in chiave di ecologia profonda (ikigai) (includi esperienze estetiche su wanderer)

2. Pensiero del cuore: scoprire la propria vocazione e fonte di ispirazione creativa (inscindibile da rapporto con sacro (opere intorno a Rublev e relazione artista con sacro)

3. Il cielo sotto la terra: risvegliare ispirazione e poteri creativi grazie al sonno, allo Spirito Guida e alla contemplazione attiva dei transiti vita e morte e delle vite passate

4. La notte oscura dell’anima: entrare in contatto con avi, circostanze ed emozioni che plasmano il tuo destino e la tua missione dell’anima, che è transgenerazionale (Enrico V, I; 

5. Sei un mito: trovare il mito che stai vivendo attraverso la contemplazione delle immagini impressionanti della tua vita e degli ostacoli che ti impediscono di realizzare il tuo obiettivo (Enrico V, III – sconfitte)

6. Armonizzare ideale e obiettivo con l’anima attraverso bagni di foresta in natura shinrin yoku 

Acquisire strumenti di leadership, creare e gestire una squadra di lavoro senza snaturare la propria essenza creativa nelle logiche aziendalistiche

7. Relazioni non duali: entrare nell’anima delle relazioni che instauriamo con le persone che scegliamo come alleati nella nostra squadra, e risvegliare le nostre energie profonde grazie a una nuova relazione con il cibo e con il denaro (Enrico V, II – cattive abitudini da sacrificare)

8. Leader ben temperati: Strumenti ATAW identificare stili preferiti e zone d’ombra da implementare (su singolo obiettivo o in via generale); (Ficino/Paride; Hillman/Polifonia/JSB)

9. Leader giardinieri esperienze estetiche di lettura immaginale guidata su 

  • Direttori giardinieri ABC: ispirazione da direttori d’orchestra capaci di fare anima attraverso il contatto con la natura e l’esempio ad ispirazione degli altri dando il loro insegnamento a giovani, allievi, 
  • Ispirazione da altre forme d’arte che hanno ispirato o ispirate dalla leadership (Enrico V)
  • lavoro sui mentori immaginali (mandala opere simboliche)
  • esperienze estetiche su wanderer

Studente oggi è chiunque sia alla ricerca della propria verità

Questo sito si rivolge a:

  • giovani che vogliono essere aiutati a scoprire la propria vocazione,
  • studenti che cercano un supporto in più nel loro percorso di crescita;
  • artisti, professionisti e lavoratori dipendenti che percepiscono il bisogno di riconnettersi profondamente alla propria chiamata e dare una svolta significativa alla propria carriera;
  • individui (in qualsiasi fase della propria vita) che hanno perso la propria stella, la propria aspirazione, e vogliono capire bene cosa vogliono fare nella vita e farlo, finalmente.
  • persone che avvertono a livello intimo e profondo la propria diversità dall’ambiente che li circonda, a livello lavorativo, sociale o famigliare, e faticano a conformarsi, assoggettarsi, o semplicemente a sentirsi parte di ciò che vivono;
  • persone pronte a fare un percorso interiore e profondo per ritrovare sé stesse, la loro essenza, e missione profonda

In ogni momento della vita si può cambiare strada e iniziare a seguire le proprie aspirazioni, anche se sono state messe sotto strati di condizionamenti (del tipo non si vive di questo o di quello, non ce la farai) o veri e propri fallimenti. Anzi, lavorare su eventi e ostacoli costituisce parte del viaggio.

Studente non è tanto chi studia, ma chi cerca la propria verità, in qualsiasi età della vita, chi è disponibile a trasformare la propria vita e crearsi un avvenire in armonia con la propria anima. Anche chi lavora senza soddisfazione, sempre più povero e insoddisfatto, rincorrendo le scadenze.

Se vuoi iniziare a vederti per ciò che sei con strumenti adeguati; essere aiutato a renderti conto di cosa ti rende unico e a definire a grandi linee un percorso di vita fondato su questa unicità; essere sostenuto nelle difficoltà, ascoltato ed aiutato a portare alla luce i condizionamenti disfunzionali; se senti di nutrire necessità tanto profonde quanto negate in apparenza, in famiglia e a scuola, laddove pensi o pensavi che queste necessità fossero accolte e nutrite… allora sei nel posto giusto.

Gli strumenti ad approccio immaginale permettono di vedere, attraverso l’immaginazione, i desideri profondi di quello spirito vitale che ci anima profondamente dirigendo azioni ed eventi a prescindere dalla volontà della mente su cui anche le istituzioni come la scuola e la famiglia hanno basato la propria relazione con il mondo.